Hey! Questo non si può fare! :-)

Vai alla galleria
Guarda il video

“La fotografia non può certamente racchiudere tutte le esperienze della vita, ma può far si che non tutto vada perduto”.
Con queste parole Sebastiano Del Gobbo descrive il racconto fotografico che qui presenta, le cui immagini sembrano venire da lontano, piuttosto è un non-tempo e un non-spazio a connotarle.
Perché i cosiddetti “antichi mestieri” appaiono “perduti” sin dall’etichetta che è stata data loro, piuttosto continuano a vivere in luoghi che sono come il cuore pulsante dell’Italia.
Un’amalgama di bianchi e di neri intensi e netti, nei quali sono scritte le storie di una Storia importante.
Sebastiano Del Gobbo ritrae i mestieri che certi borghi dell’entroterra marchigiano custodiscono nelle viscere: ecco il tipografo, la tessitrice del pizzo a tombolo, il vasaio, il contadino.
C’è una certa tensione all’estetica purista dell’immagine fotografica, che racchiude come in un quadro il piccolo mondo “antico” e per nulla dimenticato che ha in seno l’arte della memoria.

Ilaria Sciadi Adel

Nel 2015 “Maestri” è stata selezionata per rappresentare la cultura italiana al Festival Internazionale di Fotografia di Lishui, in Cina, ed ha partecipato alla mostra “Italy – Scent of beauty”, allestita nella prestigiosa Green Gallery di Hangzhou, in Cina.
Nel 2016 è stata selezionata per partecipare alla “Notte magica della Fotografia”, a Potenza Picena.

Vai alla galleria
Guarda il video